Dopo aver realizzato il tracciato (steso i binari, controllato che i treni girino senza toccarsi, senza deragliare, etc., elettrificato eventualmente gli scambi, e, incollati o inchiodati gli stessi binari) e posato gli eventuali portali di galleria, si puo' procedere alla stesura della massicciata.
Se la si vuole posare  anche sugli scambi (ma si puo' ovviare tinteggiandone la parte sottostante dello stesso colore) bisogna prestare molta attenzione perche' anche un granello finito accidentalmente tra gli aghi ne puo' compromettere il funzionamento.
Qui sotto riportiamo le varie fasi realizzative:


I MATERIALI:
Ghiaia per massicciata (Auhagen 61826 marrone, 61827 bianco, 61828 grigio)
Spargi ballast (Auhagen 61-5800, della marca LL) - utilissimo!!!

massicciata ferroviaria

IL PROCEDIMENTO:
Si procede con il far aderire alle rotaie lo spargi ballast (i due cerchietti rossi indicano che i fori del contenitore e quello dello spargitore sono allineati e quindi la ghiaia scendera' nella dose ottimale) per poi riempire lo stesso con la ghiaia prescelta.

massicciata ferroviaria

Si fa scorrere delicatamente lo spargi ballast lungo le rotaie. Per interrompere lo spargimento della ghiaia basta ruotare il contenitore tenendo ferma la parte inferiore (i due cerchi rossi non saranno piu' coincidenti).

massicciata ferroviaria

Con un pennellino si stende eventualmente la ghiaia in esubero e si procede con il far scorrere sulle rotaie un qualsiasi vagone per controllare che non vi siano granelli di intralcio.

massicciata ferroviaria

Si realizza una soluzione di acqua e colla vinilica (circa 50/50) e, con l'aiuto di una siringa o  un contagocce, si stende tale soluzione in modo da bagnare la ghiaia nella sua totalita'.

massicciata ferroviaria

Consiglio di aspettare 24 ore per saggiare il risultato. Eventualmente si ripete la stesura della soluzione in quei punti dove la ghiaia non e' rimasta incollata.